fotocredits@ceinge
News - 24/05/2021

CEINGE Task Force SARS-CoV2, risultati e prospettive di sette mesi di ricerche

Sette mesi di studi su diagnostica, genetica e terapia del COVID-19: i ricercatori del CEINGE raccontano in una video intervista il lavoro svolto nei laboratori di via Gaetano Salvatore nell'ambito del progetto finanziato dalla Regione Campania. 

Partendo dagli obiettivi che si erano preposti, illustrano il percorso fatto finora, i risultati ottenuti, con uno sguardo alle prospettive future delle loro scoperte, che sono state oggetto di 21 pubblicazioni (di cui 6 in corso di stampa) su prestigiose riviste scientifiche internazionali ed hanno dato esito a 7 brevetti per importanti ed originali applicazioni in campo diagnostico e terapeutico.

«Fondamentale è stato il sostegno della Regione Campania, la cui volontà di finanziare la ricerca scientifica del nostro territorio, nell’ambito della lotta al Covid 19, si è rivelata lungimirante e produttiva - fa notare Pietro Forestieri, presidente del CEINGE - , E' doveroso ringraziare, per il contributo dato alle ricerche svolte nei nostri laboratori, anche l’Università Federico II (tutti i ricercatori della Task Force sono professori dell'Ateneo), l’AOU Federico II e l’AOS dei Colli. Un ringraziamento va, infine, all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno che avendoci messo a disposizione i laboratori BLS3 ed i loro esperti ci ha permesso delle sperimentazioni indispensabili ai fini delle ricerche».

«Nell’area "diagnostica" sono stati ottenuti metodi di rilevazione del virus  e anche con una tipologia di sequenziamento di RNA virale.  Sono state sperimentate anche nuove soluzioni diagnostiche per osservare metaboliti del lipidoma e citochine presenti nel siero di pazienti ospedalizzati indice di progressione della malattia ed infine sono stati identificati dei nuovi marcatori ad RNA di Sars-Cov-2 con correlazione alla carica attiva virale - spiega Massimo Zollo, coordinatore della Task Force -. Nell’area "genetica" il team ha scoperto alcuni geni responsivi all’ingresso e aggravarsi della malattia indagando sia genomi di pazienti sintomatici che 1000 pazienti asintomatici. Nell’area "terapia" i team hanno lavorato sull’identificazione di nuove molecole che hanno una capacità di inibire l’ingresso del virus e la sua ripropazione in cellule umane (tra cui anticorpi monoclonali umanizzati e Polyfosfati inorganici) . Infine, un’attività molto importante è stata quella di creare un database con il nome di "gEnetic prediSPOSItion to asympTOmatic SARS-CoV2 infection" (E.SPOSI.TO) che permette di intrecciare dati genomici ed individuare varianti. Tale database va anche ad integrare GISAID, la banca mondiale dei virus».

«Siamo pienamente soddisfatti non soltanto dell’impegno dei singoli gruppi, ma anche per il fatto che i risultati ottenuti hanno messo in risalto il valore della cooperazione tra scienziati - sottolinea Mariano Giustino, amministratore delegato del CEINGE -, che rappresentano per noi un modello di orientamento per le future attività di ricerca del CEINGE. Va detto anche che le collaborazioni sono andate al di là dei singoli laboratori e del CEINGE stesso ed hanno investito altre realtà medico-scientifiche come ospedali e università anche di altri paesi europei».

Alessandra Buono

MACROAREA DIAGNOSTICA:

Programma di sviluppo e validazione clinica ddPCR; analisi citofluorimetrica; analisi citochine

RP: Giuseppe Castaldo, Ordinario di Medicina di Laboratorio UNINA e Principal Investigator dl CEINGE

CP: Felice Amato, Associato di Medicina di Laboratorio UNINA e Ricercatore CEINGE, Monica Gelzo, RTDA DMMBM UNINA e Ricercatrice CEINGE, Marika Comegna, RTDA DMMBM UNINA e Ricercatrice CEINGE; Gustavo Cernera, RTDA DMMBM UNINA e Ricercatore CEINGE

 

Sviluppo e validazione kit basato sul rilevamento rapido (10’) dell’RNA virale di SARS-CoV-2 senza PCR

RP: Massimo Zollo, Ordinario di Genetica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Pasqualino De Antonellis, Ricercatore CEINGE; Veronica Ferrucci, RTDA DMMBM UNINA e Ricercatrice CEINGE; Fathem Asadzeh, dottoranda SEMM e Ricercatrice CEINGE; Roberto Siciliano, Tecnico di Laboratorio CEINGE

 

Dispositivo miniaturizzato in microfluidica per l’analisi di sequenze virali in bed side testing

RP: Stefano Guido, Ordinario di Principi di Ingegneria Chimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP:  Giovanna Tomaiuolo, Associato di Principi di Ingegneria chimica UNINA e Ricercatrice CEINGE; Antonella Panarelli, Ricercatrice CEINGE; Andrea Iginio Cirillo, Ricercatore CEINGE

 

Sviluppo e validazione clinica MiniION/PromethION; analisi contaminazioni ambientali e degli alimenti

RP: Francesco Salvatore, Emerito di Biochimica Clinica, Principal Investigator CEINGE

CP: Federica Di Maggio, dottoranda

 

Analisi metabolomica lipidi

RP: Margherita Ruoppolo, Ordinario di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Marianna Caterino, RTDA DMMBM UNINA e Ricercatrice CEINGEArmando Cevenini, RTDI DMMBM UNINA  e Ricercatore CEINGE, Michele Costanzo, Ricercatore CEINGE e Assegnista di ricerca DMMBM UNINA

 

Analisi bioinformatica

RP: Giovanni Paolella, Ordinario di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Angelo Boccia, Bioinformatico CEINGE, Rossella Tufano, Bioinformatico CEINGE

 

MACROAREA  GENETICA:

Genetica Medica, Biostatistica e Genomica Computazionale

RP: Mario Capasso, Associato di Genetica Medica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Vito Alessandro Lasorsa, Bioinformatico CEINGE

 

Selezione dei pazienti e identificazione di mutazioni

RP: Achille Iolascon, Ordinario di Genetica Medica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Immacolata Andolfo, Ricercatrice CEINGE e Roberta Russo, RTD-B UNINA

 

Identificazione di ceppi del miocrobiota

RP: Ettore Capolongo, Ordinario di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Sviluppo e validazione metodo MiniION/PromethION

RP: Lorenzo Chiariotti, Ordinario di Patologia Generale UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Rosa Della Monica, Ricercatrice CEINGE; Mariella Cuomo, DMMBM UNINA

 

MACROAREA TERAPIA:

Sviluppo di terapia basata su siRNA

RP: Lucio Pastore, Ordinario di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Analisi recettori per il virus in cellule epiteliali; terapia rigenerativa alveoli polmonari

RP: Caterina Missero, Ordinario di Biologia Molecolare UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Sviluppo di anticorpi

RP: Claudia De Lorenzo, Ordinario di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Margherita Passariello, Assegnista di Ricerca e Cinzia Vetrei Dottoranda DMMBM UNINA

 

Meccanismi di inibizione dell'immunità innata

RP: Nicola Zambrano, Ordinario di Biologia Molecolare UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Terapia con PolyP

RP: Massimo Zollo, Ordinario di Genetica UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Analisi proteomica

RP: Piero Pucci, Ordinario di Chimica Biologica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Maria Monti, Ordinario di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Terapia anti-fibrotica

RP: Domenico Salvatore, Ordinario di Endocrinologia UNINA e Principal Investigator CEINGE

 

Terapia Clorochina

RP: Paola Izzo, Ordinario di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Michela Grosso, Associato di Biochimica UNINA e Principal Investigator CEINGE; Silvia Trombetti, dottoranda; Rosa Catapano, specializzanda; Raffaele Sessa T.A 

 

Terapia antinfiammatoria, acido butirrico

RP: Roberto Berni Canani, Ordinario di Pediatria UNINA e Principal Investigator CEINGE

CP: Lorella Paparo, Ricercatrice CEINGE; Cristina Bruno, Ricercatrice CEINGE

 

*RP=Responsabile di Progetto; CP=Collaboratore di Progetto